Garanzia fino a 10 anni
10% di sconto su tutto con codice MAG10
60 giorni reso gratuito
Home>Tutti i blog>Salute sul Lavoro>Dettaglio del Blog>

VITA LAVORATIVA丨Le 6 modalità con cui il posto di lavoro cambierà nei prossimi 10 anni

17 gennaio 2023

Le nuove abitudini di lavoro adottate durante la crisi sanitaria rappresentano la nuova normalità, poiché l'epidemia ha proiettato il futuro del lavoro nel nostro presente. Ripensare il modo in cui si lavora è essenziale per promuovere un ambito che favorisca la creatività, la diversità e la conoscenza sul posto di lavoro.


Sulla base dell'attuale clima aziendale e tecnologico, è chiaro che il luogo di lavoro del futuro non assomiglierà a quello di oggi in termini di dove, quando, perché e con chi i dipendenti lavorano. Prendi in considerazione questi sei suggerimenti per il posto di lavoro del futuro e come la tua azienda potrebbe prepararsi ad affrontarlo.


Il futuro del lavoro nel prossimo decennio.

1. Lavoreremo per uno scopo, non per soldi

Chi lavora preferisce non rimandare al momento della pensione la possibilità di fare la differenza nel mondo.


La gente cercherà il modo di legare l'importanza del proprio lavoro agli obiettivi e agli interessi della propria vita. Le persone saranno più motivate a impegnarsi nell'innovazione sociale e nell'equità se vedranno i contributi degli altri sui social media.

Le aziende più all'avanguardia nelle strategie aziendali sanno che pagare di più i dipendenti non è sufficiente per attrarre e trattenere i migliori talenti. Crea iniziative che incoraggino il personale a condividere le proprie storie, esperienze e trionfi in relazione a varie questioni sociali; in questo modo potrai creare un messaggio che raggiungerà il tuo pubblico e lo motiverà a impegnarsi.


2. Le mansioni a livello intermedio di management cambieranno.

I manager di oggi devono affrontare nuovi aspetti. La complessità (e la pressione) del loro lavoro è aumentata negli ultimi anni a causa di fattori quali gli sconvolgimenti sociali e politici, la commistione tra lavoro e vita privata e l'aumento dei lavori ibridi. Molti lavoratori godono oggi di una maggiore flessibilità in termini di luogo, orario e carico di lavoro.


Anche le responsabilità dei manager e il numero di dipendenti sotto la loro supervisione sono aumentati drasticamente, rendendo difficile fornire un supporto diretto. In passato, il valore di un manager si misurava in base alla sua capacità di monitorare e valutare le prestazioni del personale ma la situazione ora è diversa. I manager che hanno il potenziale per essere eccellenti mentori e insegnanti saranno ricercati e incoraggiati dai professionisti delle risorse umane.

3. Maggiore acquisizione dei dati sui dipendenti

Dall'introduzione degli accordi di lavoro ibridi, è cresciuta l'attenzione per il monitoraggio della produttività e della salute sul posto di lavoro. Secondo una ricerca specializzata, il 16% delle aziende utilizza sempre più misure tecnologiche per monitorare i propri dipendenti, come la registrazione virtuale delle presenze e delle uscite, il tracciamento dell'uso dei computer aziendali da parte dei dipendenti, il controllo della posta elettronica e delle chat interne. Mentre alcune aziende danno priorità alle metriche di produttività, altre si concentrano sul coinvolgimento e sulla soddisfazione dei dipendenti.


Monitorando i bioritmi, le richieste nutrizionali e le esigenze di attività di una persona, la tecnologia è in grado di determinare se si è sottoposti a un carico di lavoro eccessivo e se si ha bisogno di una pausa. I leader utilizzeranno i dati e la tecnologia per creare un luogo di lavoro ibrido che valorizzi i contributi di tutti i lavoratori, non solo di quelli con un impiego d'ufficio a tempo pieno o con competenze digitali avanzate.

4. Lavoreremo con macchine intelligenti

Le macchine stanno diventando sempre più sofisticate e diffuse, in grado di svolgere lavori che un tempo erano considerati esclusivamente umani e al di là delle nostre più rosee aspettative.


Le capacità dei dispositivi, delle applicazioni e degli avatar intelligenti inizieranno ad espandersi anche sul posto di lavoro. Con l'aiuto di dispositivi di intelligenza artificiale (AI) e di software più facili da usare per attività personali o di gruppo, i dipendenti creeranno kit personali di sosia virtuali. Grazie all'uso di comunità cloud, applicazioni aperte e assistenti virtuali personalizzati, le persone saranno in grado di portare con sé la propria attività lavorativa ovunque vadano.

Nel futuro, alti livelli di competenza digitale diventeranno la norma per i lavoratori. La richiesta di una maggiore automazione del posto di lavoro ha generato una tempesta perfetta tra uomini e macchine. I leader veramente proattivi analizzeranno come l'adozione diffusa di AI, software intelligenti e robot potrebbe rivitalizzare i metodi aziendali. Per ottenere un vantaggio sul mercato, le aziende devono incoraggiare i loro migliori lavoratori a sviluppare strumenti di intelligenza artificiale (AI) o portfoli personali di app, strumenti e tecnologie intelligenti che superino i confini delle competenze digitali.

5. Conciliare smartworking e vita privata pone degli ostacoli

Chi lavora da casa o altrove può avere l'impressione di stare lavorando tutto il giorno se si assume troppe responsabilità per migliorare le proprie competenze e fare carriera. Per i lavoratori, in questo contesto, non sarà sufficiente raggiungere un equilibrio tra lavoro e vita privata, ma vorranno dare la priorità alla loro vita personale rispetto alla carriera.

Il futuro del rapporto tra lavoro e vita privata è tuttavia incerto. Se da un lato la tecnologia ha contribuito a colmare il divario tra comunità prima non collegate, dall'altro ha aperto nuove occasioni di conflitto e incomprensione tra individui e gruppi. Per molti lavoratori sarà difficile, se non impossibile, instaurare relazioni significative con i colleghi a causa della diffusione di modalità di lavoro a distanza.


I leader del settore aziendale e delle risorse umane devono collaborare per garantire che l'equilibrio tra lavoro e vita privata dei dipendenti cambi in base ai carichi di lavoro, agli orari e alle fasi della vita. Se i responsabili delle risorse umane avessero una sfera di cristallo, il loro lavoro sarebbe molto più semplice.

6. Le competenze digitali avranno la meglio sui requisiti di anzianità ed esperienza.

I lavori più pagati del futuro saranno soprattutto quelli di tipo mentale. I lavoratori dovranno pensare fuori dagli schemi, applicare il pensiero critico e migliorare continuamente le proprie competenze digitali per affrontare problemi impegnativi. Per stare al passo con i requisiti dell'economia digitale in continua evoluzione, i datori di lavoro devono evolversi, fondere e ripensare costantemente le loro aziende. I membri del personale devono continuare a perfezionare le loro competenze digitali per tenere il passo con queste richieste.


Per promuovere una cultura orientata al miglioramento continuo, le risorse umane dovranno istituzionalizzare pratiche come la comunicazione aperta e la condivisione dei dati tra i dipendenti.