Garanzia fino a 10 anni
10% di sconto su tutto con codice MAG10
60 giorni reso gratuito
Home>Tutti i blog>Salute sul Lavoro>Dettaglio del Blog>

VITA LAVORATIVA丨I 5 tipi di procrastinatori: chi siete?

14 giugno 2022

Abbiamo già parlato di procrastinazione in altre occasioni. A questo punto, probabilmente, conoscete bene il significato di questo concetto contorto. Inoltre, vi sarete probabilmente sorpresi a dedicarvi a compiti diversi da quelli che vi spettano durante la giornata lavorativa. Soprattutto se si lavora a distanza, la procrastinazione è all'ordine del giorno. Dopo tutto, siete soli, davanti al computer e circondati da una serie di tentazioni e distrazioni: sappiamo quanto possa essere difficile! Questa volta parliamo dei 5 tipi di procrastinatori: in quale vi riconoscete?

 

1. Il perfezionista

Che cos'è un perfezionista? Un perfezionista è una persona che presta eccessiva attenzione ai dettagli, anche quelli minori. Potrebbero quindi impantanarsi in questi elementi invece di arrivare subito alle cose importanti. Chi è troppo perfezionista, quindi, può perdere tempo in dettagli che in realtà servono poco o nulla a raggiungere l'obiettivo finale. Come combattere questa situazione? Assegnando il tempo a ciascun compito, in modo da non dedicare troppo tempo a quelli superflui.

 

2. Il sognatore

I sognatori sono persone estremamente creative con uno spirito artistico. Possiedono grandi qualità, ma forse hanno lo svantaggio di non essere spesso in grado di portare a termine un compito con successo. Poiché sono guidati dalla loro immaginazione (e la loro immaginazione non conosce limiti), dimenticano i compiti che sono rilevanti. La buona notizia è che questo tipo di procrastinazione può essere combattuto fissando obiettivi piccoli ma facilmente raggiungibili. In questo modo, passo dopo passo, queste persone riacquisteranno la loro produttività quando si renderanno conto che stanno raggiungendo i loro obiettivi.

 

3. La paura

La persona timorosa è una persona che ha sempre un "no" davanti a sé. È la loro stessa paura che impedisce loro di assumere nuovi compiti e, quindi, responsabilità. Dal loro punto di vista, è preferibile rimandare il lavoro piuttosto che commettere un errore. Così finiscono per procrastinare perché, secondo loro, è meglio non fare nulla che commettere errori. Per questo motivo, preferiscono occuparsi di compiti leggeri e lasciare l'essenziale alla fine. Per questo tipo di procrastinatore, il consiglio migliore è quello di iniziare la giornata lavorativa con la sfida più grande della giornata. Dopo aver superato questa sfida, possono passare al compito successivo che, ovviamente, sarà di minore importanza.

 

4. L'assunzione di rischi

Il risk taker è una sorta di procrastinatore che preferisce lavorare sotto pressione. Dal loro punto di vista, questo è l'unico modo per ottenere risultati. Per questo motivo, lascia tutto all'ultimo minuto e, quando non ha altra scelta, si mette all'opera. Potremmo dire che è uno che vive quasi sul filo del rasoio, sull'orlo della scadenza, tanto che è sempre al limite del rischio di non arrivare in tempo. Tuttavia, ciò di cui non tiene conto è che le cose vanno bene quando il tempo viene gestito correttamente, non quando si lavora contro il tempo. Questo tipo di procrastinatore potrebbe affrontare i propri compiti con la tecnica del Pomodoro.

 

5. La persona impegnata

Infine, vorremmo parlare del procrastinatore impegnato o, in altre parole, del procrastinatore che non sa dare priorità ai compiti essenziali. Non potendo decidere quali sono i compiti più urgenti e quali quelli meno, rimandano i loro obblighi perché non sono in grado di prendere una decisione. Come si fa a sapere quali sono i compiti importanti? Sono quelli che portano valore, sia a medio che a lungo termine. Tenendo conto di questo, può essere più facile organizzare gli obblighi di ogni giorno.

 

In breve, qualunque sia il tipo di procrastinatore che abbiamo di fronte, c'è un denominatore comune. Tutti hanno messo da parte per un attimo le responsabilità per concentrarsi su altre cose che ritardano il raggiungimento dei loro obiettivi. Ciò che varia è il motivo di questo ritardo nei lavori. Può essere paura, insicurezza e molto altro. Ciò che è chiaro è che l'unica cosa che si può fare in questi casi è cambiare la mentalità e cercare di concentrarsi sul lavoro. Alla fine della giornata, la soddisfazione che proverete varrà lo sforzo.

 

Noi di FlexiSpot siamo consapevoli che non tutti i giorni si hanno le stesse energie per affrontare gli impegni di lavoro. I nostri stati d'animo o le nostre preoccupazioni possono bloccare la strada verso i nostri obiettivi. Questo è assolutamente normale se si verifica solo sporadicamente. La nostra missione è quella di facilitare la giornata lavorativa attraverso soluzioni di arredo come sedie, scrivanie per ufficio e altri accessori progettati espressamente per migliorare la produttività e le prestazioni sul lavoro. Vi invitiamo a sfogliare il nostro catalogo prodotti e a contattarci se avete domande su un articolo, senza alcun impegno.