Garanzia fino a 10 anni
10% di sconto su tutto con codice MAG10
60 giorni reso gratuito
Home>Tutti i blog>Salute sul Lavoro>Dettaglio del Blog>

VITA LAVORATIVA丨Come l'ondata di calore influisce sulle vostre prestazioni

01 agosto 2022

L'estate è il periodo più atteso dell'anno. Tuttavia, sono le temperature di 45ºC a non essere tanto attese. Non fanno altro che tenerci a casa sotto l'aria condizionata e farci sentire sempre più stanchi e sparsi. Se non siete in vacanza e avete ancora tempo per godervela, potreste sentire gli effetti dell'ondata di caldo sul vostro corpo e sulle vostre prestazioni. Questa volta vi raccontiamo come le alte temperature ci influenzano negativamente, in modo che possiate capire cosa vi sta succedendo.

 

Solo nel mese di giugno, in Spagna ci sono stati più di 800 morti a causa delle alte temperature. Basta vedere come sta salendo il termometro in gran parte della Spagna, con temperature che rendono difficili le attività e gli obblighi quotidiani e impediscono di dormire bene. In altri angoli del mondo, come nel caso del Qatar, le temperature hanno raggiunto massime di 50ºC. Naturalmente il nostro corpo non è estraneo a queste bizzarrie meteorologiche. Che impatto ha l'ondata di caldo sul nostro corpo?

 

Quando il corpo si riscalda a causa delle alte temperature esterne, i vasi sanguigni si dilatano. Questo comporta un abbassamento della pressione sanguigna. Il cuore deve quindi lavorare di più per far circolare il sangue nei vasi sanguigni di tutto il corpo. Affinché il nostro corpo funzioni in modo ottimale, deve lavorare per mantenere la temperatura interna a circa 37,5 °C. In questi casi, deve entrare in funzione per espellere il calore in eccesso dal corpo.

 

Naturalmente, tutto questo ha ulteriori implicazioni. Ad esempio, i piedi tendono a gonfiarsi e, come ci si aspetterebbe, anche la sudorazione inizia a diventare più intensa.

 

Sudando perdiamo liquidi, quindi dobbiamo reintegrarli se non vogliamo andare incontro alla disidratazione. Cosa succede in caso di disidratazione e pressione bassa? È il terreno perfetto per i colpi di calore. Nel colpo di calore, come è noto, l'organismo si trova ad affrontare episodi come vertigini, nausea, stordimento, stanchezza, mal di testa, ecc.

 

Più il caldo è intenso, più la stanchezza aumenta.

È chiaro che un condizionatore d'aria può risolvere in larga misura il problema delle alte temperature. Tuttavia, non possiamo sempre collegarlo 24 ore su 24 per mantenere la nostra casa a una temperatura ottimale. Soprattutto se si lavora in telelavoro, si avrà bisogno di un condizionatore d'aria per buona parte della giornata, il che potrebbe comportare un aumento delle bollette. Non c'è quindi altra scelta che spegnere la macchina a volte o ricorrere ad alternative più economiche come un ventilatore.

 

Prima abbiamo descritto il processo che subisce il nostro corpo quando è sottoposto a temperature esterne elevate. In uno scenario caldo, la stanchezza è in agguato. È la prima cosa che sentiamo, soprattutto se non abbiamo riposato bene a causa del clima estivo. Ci sveglieremo stanchi e continueremo ad esserlo per il resto della giornata se le temperature non si abbasseranno.

 

Con la stanchezza e l'affaticamento, ovviamente, le vostre capacità e la vostra concentrazione non sono al 100%, quindi inevitabilmente la vostra produttività inizierà a risentirne. Sembra che ogni e-mail che inviate o ogni compito che svolgete vi costi un mondo.

 

Con il caldo, il confino ritorna. Chi può permettersi di uscire a metà pomeriggio? Non c'è altra scelta che aspettare il tramonto, anche per portare fuori il cane. Non per niente i veterinari consigliano di evitare di uscire con loro nelle ore centrali della giornata.

 

Consigli per sopravvivere al caldo estremo mentre si lavora

Se non avete vacanze a luglio e agosto, non avete altra scelta che sfruttare al meglio questi mesi. Se lavorate a casa, potreste sentire la mancanza del fresco ufficio. Oltre all'uso del condizionatore d'aria, è essenziale mantenere l'interno della casa il più fresco possibile tirando le tende o abbassando le tapparelle. Alla scrivania è bene tenere sempre a portata di mano dell'acqua per idratarsi quando il corpo lo richiede.

 

È inoltre consigliabile fare pause frequenti quando ci si sente stanchi. Cogliete l'occasione per alzarvi e sgranchirvi le gambe o per fare uno spuntino fresco ed estivo come un melone o un'anguria. Anche l'esercizio fisico è consigliato durante la stagione estiva, ma solo quando i raggi solari sono meno intensi.

 

Inoltre, durante il lavoro a distanza, indossate abiti larghi in tessuti freschi, naturali e traspiranti. E, naturalmente, imparate ad ascoltare il vostro corpo quando dice "basta" e chiede una pausa.