Garanzia fino a 10 anni
10% di sconto su tutto con codice MAG10
60 giorni reso gratuito
Home>Tutti i blog>Campagne>Dettaglio del Blog>

SOLUZIONI丨Carbone attivo per il filtraggio

20 luglio 2022

In questo momento, probabilmente, starete pensando: "Cosa c'è di così importante nel carbone attivo da dedicargli esclusivamente questo articolo? La verità è che, anche se può sembrarvi strano, si tratta di una "perla nera" che ha più usi di quanti possiate immaginare. Per iniziare a elencarne solo alcuni, separa e purifica i gas (come l'idrogeno), purifica gli ingredienti e i prodotti alimentari, è usato per creare fertilizzanti fatti in casa, è anche usato per purificare e/o trattare l'acqua e altri liquidi, ed è persino usato per pulire i veicoli. Tutto questo non sembra abbastanza? Spieghiamo qualche dettaglio in più.

 

Ma cos'è esattamente il carbone attivo? Che cos'è esattamente il carbone attivo? Veniamo al nocciolo della questione.

 

Il carbone attivo può essere ricavato da materiali come i gusci di noce di cocco (la scelta preferita da molti per il trattamento dell'acqua), torba, coke di petrolio, segatura e olive, tra gli altri. Il carbone di legna, come suggerisce il nome, è un materiale carbonizzato caratterizzato, tra l'altro, da una superficie porosa. Inoltre, il materiale in questione è stato precedentemente sottoposto a un trattamento termico chiamato attivazione, il cui scopo è aumentare la sua porosità. Perché vogliamo aumentare la porosità? Infatti, la porosità ha un uso: il cosiddetto adsorbimento (sì, con la "d"). Y... Che cos'è l'adsorbimento? L'adsorbimento non è altro che la capacità di un solido di far aderire alle proprie pareti "qualcosa" che scorre. O per dirla in un altro modo più tecnico: è l'adesione su una superficie di ioni, atomi o molecole di un gas, di un liquido o di un solido che viene dissolto. Durante questo processo di adsorbimento, si crea una pellicola di adsorbato sulla superficie dell'elemento adsorbente (il carbone, nel nostro caso). Questo processo è diverso dal cosiddetto adsorbimento (con la "b"), in cui un fluido si dissolve o penetra in un liquido o in un solido.

 

Il carbone è infatti un adsorbente e quindi ha la capacità di attrarre la materia organica e di attirarla nei pori. In questo senso, si può dire che la capacità di adsorbimento di un carbone è definita dalla sua porosità. Questa porosità del carbone viene "attivata" attraverso un processo termico ad alte temperature (tra i 600 e i 1100 gradi) che ne modifica la struttura interna. La dimensione dei pori si riduce e la superficie aumenta, generando un carbone da 12 a 16 volte più poroso del carbone normale.

 

Come già detto, il carbone attivo viene utilizzato in diversi campi. Tuttavia, una delle sue funzionalità più apprezzate è quella di depurare l'acqua. Il carbone aiuta a trattenere i contaminanti chimici organici presenti nell'acqua, come oli, pesticidi, grassi, detergenti tossici, composti coloranti e residui di alghe. Inoltre, contribuisce alla rimozione dell'ipoclorito di sodio (cloro residuo libero) che rimane nell'acqua dopo la disinfezione per il consumo. Rimuove inoltre i contaminanti che causano odori, migliorando il sapore dell'acqua. Tuttavia, uno degli svantaggi è che non trattiene i virus o i minerali presenti nell'acqua. Esistono diversi modi per utilizzare il carbone attivo a casa. Uno dei più comuni consiste nell'introdurre il carbone attivo come mezzo filtrante all'interno di una cartuccia e può essere utilizzato in filtri a uno o due stadi. I "bastoncini" di carbone possono essere utilizzati anche all'interno di un barattolo, basta seguire le istruzioni d'uso del venditore per ottenere la massima efficacia.

 

Il carbone attivo può essere utilizzato anche per purificare l'aria, eliminare gli odori e alcuni agenti patogeni. Infatti, nei pronto soccorso è ampiamente utilizzato come rimedio per alcuni tipi di avvelenamento. Viene anche utilizzato per raffinare lo zucchero o per rimuovere il colore dalle bevande alcoliche e vale la pena ricordare che, negli ultimi tempi, il suo uso in cosmetica è cresciuto e viene già utilizzato nella produzione di dentifrici e lavaggi per il corpo.

 

In breve, nell'articolo di oggi abbiamo voluto fornirvi una panoramica su questo materiale versatile, il cui utilizzo si sta diffondendo sempre più in diversi settori. Ci auguriamo che abbiate il coraggio di utilizzarlo in alcuni dei suoi formati, poiché è considerato un materiale naturale in grado di aiutarci nelle questioni legate all'igiene della nostra vita quotidiana.

 

Ci auguriamo che i contenuti presentati oggi siano stati interessanti per voi e che continuiate a leggerci, perché continuiamo la nostra ricerca per portarvi contenuti che vi aiutino a vivere una vita più sana ed ecologica. Ci vediamo nel prossimo blog! Non vediamo l'ora di vedervi.