Garanzia fino a 10 anni
10% di sconto su tutto con codice MAG10
60 giorni reso gratuito
Home>Tutti i blog>Sostenibilità>Dettaglio del Blog>

NATURA丨Oli essenziali, cosa c'è da sapere

18 luglio 2022

Ne avrete sentito parlare molte volte, ma probabilmente non sapete ancora cosa siano esattamente gli oli essenziali. Nell'articolo di oggi vi forniremo le basi di questo interessante argomento. Preparatevi, stiamo per aprire un mondo di nuove opzioni naturali da includere nella vostra routine quotidiana.

 

Per cominciare l'ovvio: un olio essenziale è in forma liquida. Quello che forse non sapete è che questo liquido è concentrato e complesso e può essere ottenuto dalle diverse parti delle piante aromatiche, come la foglia, il legno, i petali dei fiori, la radice, il frutto o la corteccia.

 

Gli oli essenziali possono essere prodotti con diversi metodi. La più comunemente usata, di cui avrete sentito parlare, è l'estrazione a vapore (nota come distillazione). Tuttavia, esistono anche altri sistemi, come la spremitura a freddo del pericarpo (nel caso degli agrumi) e l'estrazione con solventi organici a temperatura ambiente, tra gli altri, che potrete approfondire nei prossimi blog.

 

Ma perché tanto interesse per questo liquido? La verità è che, sebbene ultimamente la tendenza ai rifiuti zero li abbia resi più popolari, sono sempre stati una risorsa molto interessante per gli amanti della natura. In primo luogo, perché gli oli essenziali sono prodotti naturali, e naturale è (in linea di principio) più sano. In secondo luogo, perché questi oli sono ottenuti dalle essenze delle piante, responsabili delle meravigliose fragranze di cui possiamo godere. In terzo luogo, queste essenze e gli oli da esse derivati hanno numerosi effetti farmacologici di cui si può beneficiare. Tutto ciò lo rende un prodotto molto interessante da imparare a usare, quindi andiamo avanti.

 

Come si usano questi oli? Esistono molti modi per utilizzarli, ma nell'articolo di oggi ci concentreremo esclusivamente su quelli cutanei (attraverso la pelle) e olfattivi (attraverso il naso). Nel primo caso, gli oli possono essere utilizzati sulla nostra pelle, in un massaggio del corpo. A tale scopo, in genere, è necessario diluire una piccolissima quantità (poche gocce sono di solito sufficienti) di olio essenziale in una parte maggiore di olio vegetale. L'olio di mandorle, ad esempio, spesso si sposa bene con gli oli essenziali. Vi interesserà sapere che gli oli essenziali penetrano facilmente nella pelle e, una volta assorbiti, rimangono nella zona. Per questo motivo, sono in grado di fornire benefici più rapidamente rispetto ad altri sistemi. Va notato che è pericoloso applicare l'olio essenziale direttamente sulla pelle, perché può irritare.

 

Per quanto riguarda la seconda opzione, la via olfattiva, va notato che gli oli essenziali hanno un effetto particolarmente potente. Tanto che la diffusione aromatica di un olio essenziale in una stanza è uno dei metodi più semplici ed efficaci per farci sentire rapidamente più calmi o più eccitati (a seconda del profumo scelto). Pertanto, se si mescola l'olio aromatico in una bottiglia d'acqua con uno spruzzatore, è possibile utilizzarlo per spruzzare gli spazi della casa, diffondendo un aroma piacevole e ottenendo il beneficio degli effetti. Si possono usare anche per pulire le superfici di casa, come i piani di lavoro o i tavoli. In rete si trovano molte ricette per preparare prodotti naturali per l'igiene fatti in casa, basta cercare su Google "zero waste essential oil". Infine, come sapete, gli oli essenziali sono utilizzati anche in profumeria e in cosmetica, ma questo è un argomento che riserveremo alle prossime puntate.

 

Questo è quanto per il nostro articolo sugli oli essenziali di oggi. Prima di concludere, ricordate che per ottenere i migliori risultati è importante acquistare un prodotto di qualità garantita. D'altra parte, se si desidera utilizzare un olio essenziale per via orale, è necessario essere adeguatamente informati sulle precauzioni da seguire, poiché si tratta di un prodotto delicato, con alcuni possibili rischi, e non dovrebbe mai essere somministrato in questo modo ai bambini di età inferiore ai 6 anni. Bisogna anche tenere presente che le essenze sono fragili e possono essere influenzate dall'umidità, dal calore, dalla luce o dall'aria. Pertanto, se non si vuole che perdano le loro proprietà chimiche, è meglio conservarle in barattoli di vetro scuri, chiusi ermeticamente, in un luogo fresco e asciutto.

 

Ci auguriamo che i contenuti di oggi vi siano piaciuti e che vi aiutino a orientarvi verso uno stile di vita più sano ed ecologico. Continuate a leggere le nostre prossime puntate, abbiamo già pronti alcuni articoli sugli oli essenziali nell'igiene della casa e nella produzione di cosmetici fatti in casa che saranno sicuramente interessanti per voi. Alla prossima!