Garanzia fino a 10 anni
10% di sconto su tutto con codice MAG10
60 giorni reso gratuito
Home>Tutti i blog>Tendenze>Dettaglio del Blog>

CURA DEL MONDO丨Aspettiamo la pace in tempi di conflitto

02 aprile 2022

Le notizie globali ci espongono a un flusso costante di violenza, tragedia e guerra, ed è difficile non sentirsi sopraffatti a un certo punto. Mentre il conflitto in sé può essere a migliaia di chilometri di distanza, lo stato attuale dei nostri media iperveloci significa che spesso sentiamo parlare di bombe che atterrano solo pochi istanti dopo quelle che sono state colpite.

Essere costantemente connessi agli ultimi aggiornamenti sul conflitto tramite le app di notizie e i social network significa che il flusso di informazioni può essere praticamente ininterrotto, facendoci sentire come se non potessimo sfuggire all'assalto della tragedia.

In momenti come questo, bisogna fare degli sforzi reali per mantenere il benessere mentale ed emotivo, perché la paura e l'ansia possono rapidamente insorgere. Molte persone si chiedono come possono mantenere il loro benessere emotivo e mentale e non essere trascinati in un mondo di paura e ansia.

Per quanto possa essere difficile, ci sono alcuni passi fondamentali che si possono fare per rendere la vita un po' più gestibile, anche nei momenti di agitazione e di turbamento. Ecco alcuni consigli che puoi seguire per aiutarti a gestire lo stress di vivere in tempi di conflitto.

Disattivare (o limitare) le notifiche

In tempi di conflitto senza precedenti, specialmente con l'accesso totale al ciclo di notizie 24/7 e ai social network, può essere davvero difficile distogliere lo sguardo dagli orribili aggiornamenti che sembrano arrivare come un flusso costante dal conflitto. Anche se può essere difficile distogliere lo sguardo, in realtà è qualcosa che dovresti sforzarti di fare. L'eccessiva esposizione a un flusso costante di tragedie può solo danneggiare il vostro benessere generale.

Cercate di silenziare le continue notifiche sulla guerra e decidete invece di controllare le notizie una o due volte al giorno, al mattino e alla sera per esempio. Questo è più in linea con il ciclo di notizie tradizionale, dove le persone controllano il giornale al mattino ed eventualmente guardano le notizie della sera. Se qualcosa di veramente sconvolgente accade al di fuori di questa finestra, probabilmente ne sentirete parlare, ma altrimenti è saggio limitare l'esposizione costante ad ogni piccolo aggiornamento.

Presta particolare attenzione al tuo benessere

Come è vero in tempi di pace e di guerra, prendersi cura della propria salute fisica è inestricabilmente legato al proprio benessere interiore e allo stato emotivo. Anche se questo può essere più difficile del solito, dovresti cercare di fare uno sforzo in più per prenderti cura di te stesso in questi tempi difficili.

Mangiando cibi sani ed esercitandosi regolarmente, il tuo corpo sarà almeno nella migliore posizione possibile per affrontare tutto il caos del mondo. Il tuo corpo ha bisogno di energia per elaborare le cose e affrontare lo stress, quindi cerca di distrarti dedicandoti alla preparazione di pasti sani e nutrienti.

Partecipa agli sforzi umanitari

Se non puoi riposare sugli allori sapendo che ci sono persone che soffrono, puoi cercare di essere coinvolto negli sforzi umanitari. Sia che si tratti di raccogliere denaro, di raccogliere forniture per aiutare i rifugiati o semplicemente di sensibilizzare l'opinione pubblica, ogni piccola cosa aiuta.

Comincia con la ricerca dei diversi modi in cui puoi essere coinvolto e aiutare chi ne ha bisogno. Mantenere le cose locali può aiutarti a sentirti connesso alla comunità che ti circonda, anche in tempi di crisi, quindi cerca quali gruppi umanitari potrebbero operare nel tuo quartiere.

Prendersi cura della propria igiene del sonno

Il modo in cui dormiamo influenza ogni aspetto della nostra vita. È semplicemente impossibile sentirsi fiduciosi e sicuri nel mondo se il nostro sonno ne soffre. Sfortunatamente, il sonno è molto sensibile ai sentimenti di ansia, il che significa che può essere una delle prime aree della nostra vita ad essere colpita dal peso del conflitto.

Per prendersi cura della propria igiene del sonno e assicurarsi di ottenere il riposo necessario per affrontare ogni giorno, cercare di limitare l'esposizione ai pensieri legati al conflitto nelle ore prima di andare a letto. Fai del tuo meglio per evitare di rimanere sveglio fino a notte fonda a leggere della guerra o della tragedia, perché questo potrebbe prendere il sopravvento sui tuoi pensieri una volta che la tua testa colpisce il cuscino. Cerca invece di rilassarti e di distenderti leggendo un buon libro prima di andare a letto.  

Cerca di accettare l'incertezza

Purtroppo, il conflitto e l'incertezza sembrano essere fatti abbastanza inevitabili della vita. Invece di passare ore a chiedersi perché queste tragedie e conflitti debbano accadere, e a preoccuparsi del loro esito, cercate di concentrarvi sui compiti pratici da svolgere. È facile farsi prendere da un mondo di ansia ossessionandosi sul futuro, ma a un certo punto è meglio accettare che l'incertezza esiste e concentrarsi sul presente.

Pratica la gratitudine

Uno dei migliori rimedi per l'ansia crescente è praticare l'essere grati. Piuttosto che concentrarsi su tutti gli aspetti negativi e sul potenziale che le cose peggiorino, prova invece a focalizzare la tua attenzione sulle cose della vita per le quali puoi essere grato. La salute, la sicurezza, la famiglia e gli amici - e tutte le piccole comodità e passioni che abbiamo nella nostra vita quotidiana - sono altrettanto degne della nostra energia emotiva quanto la paura e l'incertezza.

In tempi di conflitti e scontri, dedicare un'attenzione speciale al nutrimento dei nostri corpi, delle nostre menti e delle nostre comunità è un veicolo potente per portarci in un futuro più luminoso.

Stiamo accettando guest post e alcune altre collaborazioni sui blog. Gli argomenti possono includere la vita sana, il lavoro sano, il fitness, l'ergonomia, il design dei luoghi e altro ancora. Se sei interessato a collaborare con noi, manda una mail a federico@flexispot.com.